martedì 11 dicembre 2007

Il laboratorio del graal in difesa dei luoghi sacri


Il Laboratorio Musicale del Graal si adopera in favore dei popoli naturali che lottano per la difesa delle loro tradizioni e dei loro luoghi sacri. Succede nell'ambito della manifestazione <>, iniziata il 25 ottobre e che fino al 20 dicembre propone una serie di eventi legati all'ecospiritualità (l'anima antica che lega i popoli naturali del pianeta). Il LabGraal, oltre a farsi promotore dell'intera kermesse, scende in campo in prima persona, giovedì 13 alle 21,30, per un concerto al cinema Empire di piazza Vittorio Veneto 5.
Con ingresso gratuito si assiste allo spettacolo del gruppo torinese, basato essenzialmente sul nuovo disco intitolato <>. Colonna sonora dell'omonimo film diretto da Stefano Milla e interpretato dagli stessi membri del Laboratorio, il cd esplora in 19 tracce le tradizioni musicali di alcuni popoli con i quali Rosalba Nattero e compagni si sono rapportati negli ultimi anni, dagli aborigeni australiani agli apache dell' Arizona, fino ai nativi africani. Oltre a ciò, non mancano i consueti rimandi alla musica celtica, da sempre prerogativa del LabGraal.


Io purtroppo non potrò andarci a causa degli esami e del troppo studio.....Chi ci potesse andare posti le sue impressioni dopo-concerto!

1 commento:

Susanna ha detto...

Già, in effetti, nonostante ci possano essere parecchi dubbi sulla reale filosofia e conoscenza del Lab, è innegabile che iniziare a cantare e portare in giro musiche inizialmente della tradizione alpina, anche tardo-medievale, dove possibile (non è che il materaile reperibile sia poi così tanto!:( )sia stato un colpo di genio di Nattero e compagni...i concerti sono solitamte coinvolgenti e di ottima qualità, la Nattero canta molto meglio di tanti fuoriusciti da sanremo e dintorni e spesso sono gratuiti o quasi....
SIGH! Ricordate, fanciulli, quel concerto celtico della scorsa-scorsa estate?!?!